Il vino del 2018? Il Brunello di Montalcino!

Nell’interessante rubrica #wineanddine del sito Forbes è stato pubblicato un interessante articolo dedicato alla Wilson Daniels, uno dei principali importatori di vino negli Stati Uniti.

Il 2018 sarà l’anno deI Brunello di Montalcino: parole e musica di Rocco Lombardo, presidente della Wilson Daniels. L’azienda, infatti, importa alcuni dei vini più prestigiosi del mondo, Domaine de la Romanée-Conti e Biondi-Santi solo per citare le cantine più famose. Secondo lo stesso Lombardo gli amanti del vino dovrebbero continuare a esplorare: ci sarà sempre qualcosa là fuori capace di sorprenderli.

E da dove cominciare l’esplorazione? Lombardo dice di puntare sulle tre “B”: Brunello, Barolo e Borgogna.

Il Brunello di Montalcino, in particolare, sta ritornando di moda. Dopo un periodo di smarrimento, le cantine della zona stanno ripercorrendo la “strada della tradizione”. Biondi Santi è il produttore di riferimento per l’area. I membri della famiglia Biondi sono veri tradizionalisti, e questi vini possono invecchiare per un secolo!

E il Barolo? Oggi in Piemonte è possibile riconoscere la diversità nel terroir. I comuni come Serralunga d’Alba e Novello stanno ottenendo grandi riconoscimenti individuali. Quindi è assolutamente da tenere d’occhio!

E che dire del Bordeaux? I prezzi “inflazionistici” delle annate del 2009 e del 2010 hanno scoraggiato molti collezionisti, anche se non mancano delle gradite sorprese.

Per saperne di più, continuate qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *